alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 21.05.15

Nessuno dice libera, “Mi fa male”: I piccoli ospedali stanno morendo di consunzione, così come quelli che sono, ormai, la maggior parte dei nostri pazienti: vecchi, malati, stanchi, con nessuno che si prenda sufficiente affanno per la loro guarigione. Anche la nostra professionalità farà, lentamente, la stessa fine. Interventi sempre più semplici tecnicamente, con anestesie sempre più elementari.

Leonardo, “La scuola competitiva, nel caso anche un po’ islamica”: Un mattino che i corridoi sono sgombri, ti spiega il problema. Troppi cognomi strani. Dove “strano” sapete entrambi che vuol dire. Troppi extra. Alcuni hanno la cittadinanza, altri no, non importa. Che figura ci facciamo? C’è un sacco di gente (alcuni pagano fior di bonus) che quando vedrà il proprio pargolo in una lista tra due cognomi strani, lo ritirerà. La scuola privata un isolato più in là, di cognomi strani ne tiene giusto un paio per classe, a mò di fiore all’occhiello. Noi ne abbiamo troppi.

Carmilla on line, “Kultura italiana in Italia”: Sky; i giochi on-line; i telequiz; Luciano Ligabue; Laura Pausini; Andrea Bocelli; Giovanni Allevi; Fabio Volo; Il Volo; l’aperitivo; tutto ciò che è mangereccio, preferibilmente a base di salumi, vino bianco e fritti; Carlo Cracco; il nouveau ragu à l’italienne: col cioccolato, il cotechino fritto nell’Amaretto di Saronno, la marmellata fritta nello strutto, la salsiccia fritta nel miele, l’aglio fritto nel patchouli; la Confindustria; la Confcommercio; la Confagricoltura; l’Asppi; l’Uppi; l’Abi; la Confapi; gli affitti in nero; il lavoro nero; il commercio in nero;

Pitchfork, “Foo Fighters Perform “Everlong” on David Letterman’s Final “Late Show”: That’s it, everyone: David Letterman has retired following his final episode of the “Late Show”. The show closed with Foo Fighters performing “Everlong” beneath footage and images documenting some of Letterman’s most iconic moments. “Thank you, and goodnight,” he said.

The New Yorker, “The Best of Thelonious Monk”: A treasure chest of jazz is being rereleased this week: “The Complete Riverside Recordings” of Thelonious Monk, a fifteen-disk set of his recording sessions, in the studio and live, for that seminal label. Spanning the period between 1955 and 1961, it’s the core of his recorded legacy. The set contains the disks of his that I return to most often, and it shows off a wide range of his art. For me, it’s the most essential trove of Monk’s recordings that exists.

Dissapore, “Expo 2015: McDonald’s umilia Slow Food”: Ci siamo chiesti, e di rimando abbiamo chiesto a voi, cosa ci facessero due mondi inconciliabili sotto lo stesso tetto, quello di un Expo che non è stato previdente neanche dal punto di vista logistico, dislocando i due padiglioni, uno, quello di Slow Food con finalità soltanto educative, l’altro quello di McDonald’s, che in pratica ripropone uno dei suoi ristoranti, a pochi metri di distanza.

Canzone del giorno
FFS (Franz Ferdinand + Sparks) – Johnny Delusional

Annunci

2 pensieri su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 21.05.15

  1. Devo dire che Mcdonald in questo caso ha ragione. Non credo si possa sfamare il mondo con lo slow food. Slow food è per chi ha già la pancia piena.

    Certo, fossimo un paio di miliardi in meno e tutti più ricchi lo slow food sarebbe sicuramente meglio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...