alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 28.10.15

Rivista Studio, “L’Emoji e la legge. Una faccina può cambiare una sentenza?”: Un gruppo di ricerca sloveno il mese scorso ha pubblicato l’“Emojii Sentiment Ranking”, un report dove si nota che tanti dei modi in cui si usano le Emoji, le emoticon più diffuse, sono controintuitivi.

chi ha paura di virginia woolf?, “I cinquecento euro del nostro scontento”: L’obolo è stato recapitato anche a me e nemmeno per scherzo mi è passato per la mente di volerlo restituire; intanto perché devo ricomprare un computer che mi ha lasciato per strada e perché, per la prima volta dacché insegno, mi viene data la possibilità di pagarmi qualcosa e non di tasca mia. Certo abbiamo un contratto scaduto da circa sette anni, certo a nessuno verrà in mente, quando e se il contratto sarà rinnovato, di restituirci gli arretrati dovuti, certo cinquecento euro non fanno primavera, ma intanto li ho intascati e li intascherò anche il prossimo anno, a Renzi piacendo. Devo ” rendicontare “? E perché non dovrei farlo se sono soldi destinati all’acquisto di qualcosa che ha a che fare con la professione e non con la professoressa?

The Guardian, “Top 10 memorable meals in literature”: Below is a tasting menu of 10 delectable literary meals, a balanced mix of savoury and of sweet, of the humorous, the poignant, and the profound.

Finzioni, “I cinque momenti che tutti abbiamo vissuto in una libreria dell’usato”: Parlo di quei luoghi di perdizione in cui posso trovare di tutto: dall’ultimo successo d’oltreoceano pubblicato da Einaudi al volumetto Adelphi che sto cercando da una vita. Per di più in condizioni decenti, spesso eccelse. In più: sconti; molti sconti! Durante l’ultima visita effettuata, ho avuto modo di sperimentare una gamma di situazioni diversificate e intense. Ve le descrivo qui di seguito, sicuro che anche a voi luoghi simili – dalla bancarella alla libreria, passando per la fiera – hanno suscitato reazioni emotive di una certa rilevanza.

Il Post, “La storia di Terence Trent D’Arby”: Nel 1987 fece un disco memorabile e un successo mondiale, poi qualcosa andò storto e decise di sparire: a Milano.

Annunci

2 pensieri su “alcuni aneddoti dal futuro degli altri | 28.10.15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...