la cura del sonno

Se ci riuscite, dormire resta il migliore rimedio per lo stress, le brutte situazioni, i momenti in cui si vorrebbe essere altrove. Per non parlare della stanchezza fisica e della depressione, o di quelle giornate in cui nella testa c’è l’insopportabile frastuono delle varie sfaccettature della vostra personalità che non perdono occasione per dire la loro, di argomentare soluzioni e di mettervi di fronte alle vostre responsabilità. Farsi un pisolino è anche un modo efficace per ridurre le distanze di tempo. Se non state più nella pelle che sia finalmente l’ora in cui deve accadere qualcosa di bello, coricatevi, chiudete gli occhi e non pensateci più fino al risveglio. Meglio però puntare la sveglia, non si sa mai. Ho provato anche che addormentarsi è utile nella situazione opposta, quando cioè devo affrontare qualcosa che mi angoscia. Stare in piedi a farsi divorare dall’ansia è controproducente, anche se sembra poter allontanare il momento in cui sarà inevitabile. Dopo una dormita, lo sapete meglio di me, le cose assumono tutta un’altra dimensione e gli si può dare il giusto peso. Ho dormito interi pomeriggi quando tanto non potevo fare nulla per migliorare le cose, e mi svegliavo con la stessa realtà poco amichevole che mi aspettava imperturbabile sotto casa, ma con il corpo che sembrava uscito da una seduta di drenaggio di sostanze tossiche, una sorta di liposuzione che al posto del grasso mi aveva succhiato via non tanto la preoccupazione – il sonno ha potere solo su di noi, non sul resto del mondo – quanto piuttosto l’idea che gli ostacoli debbano per forza essere superati e non ci si possa invece convivere, non so se riuscite a seguirmi. Se dormo e riesco a stare meglio, perché dovrei faticare a risolvere le cose? Anche ora mi capita di arrivare a sera tardi e so che dovrei fare il punto su certe questioni di lavoro che stanno avendo la meglio su di me, consapevole del fatto che se riuscissi a chiudere questo o quel progetto al di fuori dall’orario regolamentare di ufficio potrei sicuramente affrontare il giorno seguente con un margine di efficienza operativa più ampio. Invece sapete cosa faccio? Vado a letto presto e, prima di addormentarmi, penso che si fottano tutti.

Annunci

2 pensieri su “la cura del sonno

  1. A me succede l’esatto opposto (l’ho anche scritto), al punto che il lavoro mi tormenta il sonno. Purtroppo non reggo lo stress.

    Manzoni scrisse qualcosa a proposito dei risvegli in tempi di angoscia per Don Abbondio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...