qualche anticipazione sui temi clou dell’anno nuovo che è ormai dietro l’angolo, ancora nascosto dal prossimo natale

Se volete le mie previsioni sulle grandi sfide del futuro, una delle più importanti dicotomie intorno le quali si giocherà il destino della nostra società è tutta nel contrasto tra le mogli contro l’app di Google Maps. Quei reggi-smartphone che si vedono in vendita nei negozi specializzati in articoli esclusivamente maschili – dove la siga elettrica e i cardio-frequenzimetri la fanno da padroni – sono già al top della classifica delle cause di separazione tra le coppie uomo-donna, resta il dubbio di come sia una relazione moglie-moglie o, peggio, provate a immaginare il box di una coppia uomo-uomo e la quantità di strumenti per il fai-da-te che possa contenere.

Le mogli sposate a mariti, invece, nelle cosiddette unioni etero, detestano la resa che l’uomo medio ha di fronte ai navigatori e restano per lo più dell’idea che loro stesse sono in grado di portarti a destinazione seguendo un itinerario più veloce, efficace e razionale. Forse chissà, sono solo gelose della voce da donna che ci impartisce gli ordini (magari tra le mura domestiche i mariti sono stanchi e non le ritengono altrettanto autorevoli) per svoltare di qui o di là e ridono di frasi apparentemente senza senso come “usa la corsia di destra per tenere la sinistra” che ha un senso che possiamo cogliere solo noi mariti.

Il secondo grande dualismo a cui prima o poi ci verrà chiesto di dare risposta riguarda le coppie senza figli contro quelle che hanno ampiamente sgravato ma solo nella sfida di quale adesivo mettere sul lunotto posteriore delle loro automobili. Le famiglie formate da tre o più membri ti superano in autostrada con le loro silhouette caricaturali ciascuna con il nome sotto, mentre per quelle composte solo da marito e moglie non esiste una vera o propria iconografia che li contraddistingue. Basta un cane o un gatto o un altro animale domestico? Occorre far risaltare quanto te la godi di brutto senza mocciosi per casa per i quali è tutto un risparmiare e pensare e preoccuparsi, anziché godersi i frutti del proprio lavoro e sperperare i tesoretti in viaggi, per esempio?

Vi lascio infine con la speranza che, in futuro, la gente comune impari a non abbandonare tweet pungenti incustoditi nel sottobosco del web. Non è facile individuare un hashtag mimetizzato tra le foglie d’autunno ed è un attimo a pungersi e contrarre malattie tipiche dell’Internet che sa ferire, come una volta poteva accadere con le siringhe dei tossici abbandonate nei parchi. A proposito, oggi uno mi si è avvicinato e mi ha chiesto se avessi qualcosa in contrario nel mangiare tre piatti di pasta a pranzo per convincermi a firmare contro i carboidrati. Ogni week-end si consumano stragi di carboidrati, questo sarà uno dei temi che prima o poi occorrerà affrontare per una seria strategia per vivere a testa alta il domani che ci aspetta, anche se il domani, si sa, è sempre un lunedì.

2 pensieri su “qualche anticipazione sui temi clou dell’anno nuovo che è ormai dietro l’angolo, ancora nascosto dal prossimo natale

  1. Io, di fronte a una decina di cartelli indicatori, mi perdo; invece mia moglie legge subito e mi dice “Di là” puntando vagamente l’orizzonte, al che io chiedo “A destra, cento o sinistra?” e lei insiste “Di là!”.

    Dopo qualche mia imprecazione, ho capito che, a indicarle, mia moglie confonde destra e sinistra ma non vuole ammetterlo.

    (Cara, sai che ti amo🙂 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...