il mondo ha bisogno di storie, fatevi sotto

Non fate troppe storie e dateci dentro. I grandi brand della socializzazione su Internet si rincorrono per indurvi a postare le vostre storie usa e getta, e non solo le più simpatiche svaniscono dopo ventiquattr’ore come l’inchiostro simpatico, o come tutte le più belle cose vivono solo un giorno, come le rose. Snapchat, Instagram, Facebook e pure Whatsapp hanno adottato tutti la stessa funzionalità in una efficace corsa al ribasso derivativo, sapete come vanno le cose nel commercio: se non puoi batterli, copiali. La ormai onnipresente ironia del web si è scatenata anche su questa tematica critica e davvero, sembra che tutto oggi debba mettervi a disposizione la possibilità di produrre storie volatili, in senso chimico e non dei pennuti. Avremo quindi le storie del microonde, quelle della lavastoviglie e persino quelle del Televideo, una tecnologia che solo al pensiero mi fa commuovere perché mi ricorda mio papà che, del Televideo, era un lettore compulsivo, con quei caratteri da informatica vintage.

[CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DOVE PRESTO MI TRASFERIRÒ CLICCANDO QUI]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...