tappi di plastica, un nuovo modello di business

Ho fatto la pratica della scuola guida su una Renault 5 che è una di quelle macchine che prima o poi torneranno in commercio, come è già successo per la Cinquecento e come succederà per la R4, la Due Cavalli, la 127, la Dyane 6 e il Maggiolino come l’abbiamo conosciuto noi, non come quella specie di 313 dai colori inesistenti in natura – appannaggio di fighetti e calciatori – che si vede in giro da qualche anno. Vedo spesso una Renault 5 di quel colore che avevano tutte le Renault 5 parcheggiata nei pressi della stazione del passante di Porta Vittoria, lo stesso in cui sfondano i vetri delle auto ogni due per tre. Ma i finestrini della Renault 5 non credo che temano per la loro incolumità. Nessuno ruberebbe una Renault 5 e se vedeste quello che contiene, le volte in cui contiene qualcosa, capireste il motivo. La Renault 5 che vedo io a volte ha lo schienale dei sedili posteriori reclinato e il vano che risulta dall’unione con il bagagliaio è occupato da sacchi di nylon enormi, pieni fino a scoppiare di tappi di bottiglie di plastica.

[CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DOVE PRESTO MI TRASFERIRÒ CLICCANDO QUI]

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...