alla festa di compleanno di Robert Smith

Lo scorso 21 aprile Robert Smith ha compiuto 58 anni e il mio consiglio è di non chiedergli come ci senta a un passo dai sessanta, considerato che alla soglia dei trenta era già preoccupato di diventare vecchio e, forte anzi debole di questo spirito, ha prodotto “Disintegration”, uno degli album più belli della storia dei The Cure. Lo so, più belli è una definizione puramente soggettiva, diciamo allora più famosi e più venduti. Secondo me è uno dei migliori e non mi metterò certo a fare una classifica perché, a parte gli ultimi che non ho mai ascoltato, non mi stuferò mai di ascoltarli finché i solchi dei loro vinili non si consumeranno, e quando si consumeranno continuerò a consumare gli mp3. Non tocchiamo infatti il tasto dei cd, perché tornerei indietro nel tempo solo per comprare “Wish” su vinile. Lasciatemi da solo a riflettere su questo dolore privato, grazie.

[CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DOVE PRESTO MI TRASFERIRÒ CLICCANDO QUI]

Annunci

3 pensieri su “alla festa di compleanno di Robert Smith

  1. Ho scoperto i Cure relativamente da poco ma me ne sono innamorato, tanto che ricoprono uno dei primi tre posti anche della mia di classifica dei preferiti. Li ho visti dal vivo nel novembre scorso a Milano ed è stata un’emozione unica. Per quanto riguarda i cd io adoro anche Bloodflower

      1. come no? è del 2000-2001, è il terzo capitolo della serie che include Pornography e Disintegration, infatti fecero un tour cantando tutti e tre gli album per intero uno dietro l’altro. Ci sono delle chicche memorabili come Out of this world, The last day of summer e The loudest sound

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...