da un posto all’altro, ecco che cosa si prova davvero

I muri tra gli stati sono la stampa in 3D delle linee tracciate sulle carte geografiche e per fortuna non ce ne sono molti al mondo perché poi, viaggiando via terra, uno si aspetta ti trovare le stesse righe tratteggiate o quelle unite, più importanti, rese in qualche modo, e che proprio per questo siano difficili da oltrepassare. Invece il bello è che passi in auto da un comune all’altro, da una regione all’altra e in alcuni casi da una nazione a quella confinante senza nemmeno accorgertene. Non c’è proprio niente se non un cartello o qualche avvertimento se cambia qualcosa. Spiegatemi allora perché, però, io sento davvero qualcosa. In autostrada, passo dalla Lombardia all’Emilia Romagna e mi viene un brivido, mi sento come quando nel tunnel degli orrori del luna-park ti avvicini con la macchinina alla doccia ma per una volta l’acqua non si spegne, solo che anziché bagnarmi prendo una specie di scossa. Zot.

[CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DOVE PRESTO MI TRASFERIRÒ CLICCANDO QUI]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...