i cantautori spiegati ai millennials

Secondo i ricercatori del Centro Internazionale di Musicologia Applicata di Rotterdam tra qualche secolo il mondo sarà una gigantesca e totale camera anecoica in cui il genere umano si rifugerà per cercare il massimo silenzio dopo secoli di strumenti acustici prima – ed elettrici e elettronici in seguito – percossi, pizzicati e insufflati con l’obiettivo di produrre volontariamente suoni appaganti. Il che, poche parole, significa la ricerca del silenzio totale. Ammesso che crediate a quello che scrivo e che la ragione stia dalla parte di noi che amiamo la musica a tal punto da aver passato l’adolescenza conciati come i Cure, c’è un modo per guidare a ritroso un’intera specie animale verso l’autoconservazione onde evitare questo aberrante suicidio culturale collettivo? Come si può salvare l’uomo dal mal d’orecchie congenito causato dall’uso contronatura della forma canzone?

[CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DOVE PRESTO MI TRASFERIRÒ CLICCANDO QUI]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...