uno strumento rotto resta una strumento (rotto)

“È la prontezza che mi manca, la prontezza” si lamenta il signor Edoardo mentre ricompone la sua spesa che, complice il caldo torrido, ha squagliato uno di quei sacchetti in materiale bio-nonsocosa e i barattoli cilindrici e la frutta sferica di stagione sono rotolati fin sotto alle auto parcheggiate. Patty però non ci pensa per niente a dare una mano. Ha speso un capitale proprio ieri sera per farsi le unghie in un modo che, quando le vedi, ti viene da pensare al circo. La cosa non è sfuggita alle colleghe che hanno avviato la discussione sul suo modo discutibile di gestire le sue risorse. Secondo la bionda con i lineamenti equini – faccia lunga e occhi molto separati – dovrebbe risparmiare in nail art e potenziare il guardaroba. Pensano che Patty abbia una gamma troppo limitata di indumenti per il lavoro che fa e alcuni di questi persino inappropriati a partire da un paio di pantaloni con delle cuciture strane che li fanno sembrare una tuta da autolavaggio domenicale. Vorrei intervenire ma non riesco a prendere una posizione decisa a riguardo. Anch’io vesto sempre uguale, soprattutto quando fa caldo come oggi. Ho pochissimi capi che alterno e che, proprio come per Patty, l’opinione comune reputa inadeguati. Vorrei raccontarle così di Antonello che aveva due jeans e due maglioni e sfoggiava la stessa combinazione incrociata da lunedì al sabato, cambiandola la domenica, e una volta al bar qualcuno gli aveva rovesciato un po’ di caffè addosso e la prima cosa di cui si era preoccupato era come dirlo a sua madre.

[CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DOVE PRESTO MI TRASFERIRÒ CLICCANDO QUI]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...